Sicurezza sul lavoro: prevenire è meglio che curare!

Quanti di noi utilizzano questo detto ma non lo mettono realmente in pratica?

“Prevenire è di gran lunga meglio che curare” è il proverbio coniato da Bernardino Ramazzini da Carpi, medico della Corte Estense e accademico dello Studio modenese, vissuto nella seconda metà del Seicento e ritenuto da tutti il padre fondatore della branca medica che prende oggi il nome di “Medicina del lavoro”. E’ proprio a Ramazzini che si deve l’introduzione nella pratica clinica della domanda “Che lavoro fa?” (Diatriba, Prefazione) che ogni medico, non solo il medico del lavoro, è oggi istruito a rivolgere al paziente durante l’anamnesi. 

Prevenire è meglio che curare è l’espressione preferita dei più prudenti. Questo proverbio vuole mettere in evidenza come sia molto meglio evitare che qualcosa di brutto accada prima di arrivare al punto in cui sarà necessario risolvere una cosa che è già successa. Ovvero, è meglio prendere le precauzioni necessarie prima, piuttosto che dover sistemare le cose in un secondo momento. 


 

Le regole vitali

Nessun lavoro è così importante da rischiare la propria vita o quella dei propri dipendenti.

 

Troppo spesso purtroppo sentiamo di persone che si infortunano o peggio che perdono la vita a causa di incidenti sul posto di lavoro.

Le regole vitali sono dei veri e propri salvavita: applicandole è possibile impedire molti infortuni gravi.

 

  • La sicurezza compete al datore di lavoro: devono individuare i pericoli e adottare le necessarie misure di protezione per garantire che la vita e la salute dei lavoratori non vengano messe in pericolo.
  • Usare i dispositivi di protezione è un dovereI lavoratori sono tenuti a osservare le direttive del datore di lavoro e le regole di sicurezza, nonché a utilizzare i dispositivi di sicurezza e i DPI in modo corretto.
  • Sempre istruzioni chiare e precise: i superiori devono istruire e/o formare in maniera regolare i dipendenti per operare in sicurezza
  • STOP in caso di pericolo: tutti, superiori e dipendenti, hanno il diritto e il dovere di dire “stop” in caso di pericolo e di riprendere a lavorare solo dopo averlo eliminato
  • Qualità degli articoli: Produttori, importatori e distributori sono autorizzati a immettere in commercio solo ed esclusivamente articoli conformi ai requisiti indicati nella Legge sulla sicurezza dei prodotti.

 

La Suva propone sul suo sito un TEST per capire quanto ne sappiamo in tema di infortuni.

 


Incrementare la sicurezza un passo alla volta

Per iniziare ad intervenire in aziende con meno di 10 dipendenti, la Suva consiglia di procedere in questo modo.

  1. Identificare i pericoli
  2. Adottare le misure: Verificare con l’aiuto delle liste di controllo e di altri strumenti di supporto se la sicurezza in azienda è garantita. Definire le misure necessarie. Documentare l’individuazione dei pericoli e l’attuazione delle misure

Oltre all’individuazione dei pericoli e alla realizzazione delle misure, le aziende con 50 e più collaboratori e le aziende con pericoli particolari e 10 o più collaboratori hanno l’obbligo di disciplinare sistematicamente i processi e le responsabilità per garantire la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute in azienda. Queste aziende devono istituire un sistema di sicurezza (MSSL).

 

La tua azienda è sicura?

Ogni settore ha le sue regole specifiche, per essere sicuro di operare in sicurezza, cerca le tue regole qui 

Vi siete mai chiesti quanto può arrivare a costare l’infortunio di un vostro dipendente sia a livello economico che, nei casi più gravi, legale?

Noi di Easy Work SA teniamo molto alla sicurezza e ci assicuriamo che i nostri clienti e collaboratori siano tutelati e non corrano questi rischi. 

Per questo abbiamo deciso di collaborare con diversi istituti di formazione tra cui in particolare FLS Sagl che organizzano corsi di formazione per garantire gli standard richiesti dalla Suva e la serenità dell’intera azienda, grande o piccola che sia!

Se siete interessati, contattateci. Saremo lieti di darvi tutte le informazioni e il supporto di cui necessitate.

 


Meglio prevenire che provvedere!

Better safe than sorry / Vorbeugen ist besser als Heilen / Prévenir vaut mieux que guérir